Dall’esame del sangue si potrà scoprire con largo anticipo l’esistenza di tumori

Uno studio dimostra che è possibile identificare 5 tipi di cancro in persone asintomatiche, molto prima rispetto alle tecniche attuali. Lo indica un’ultima ricerca internazionale pubblicata su Nature Communications e coordinata dall’Università della California a San Diego.
La tecnica, chiamata PanSeer si basa sull’analisi del sangue e riconosce precocemente, nel 91% dei casi, i tumori di stomaco, esofago, colon retto, polmoni e fegato in persone senza sintomi.
Un nuovo test che promette di avere importanti ricadute sulla sopravvivenza dei malati di tumore grazie alla diagnosi molto precoce, e che in futuro potrebbe entrare nella routine delle analisi di controllo.
Non si tratta certamente di ‘indovinare’ se una persona si ammalerà. Come altre biopsie liquide, il sistema rileva dei “segnali” nel Dna già associati ai tumori.
Secondo i dati riportati, la tecnica è stata in grado di identificare l’88% di questi tumori nelle persone già diagnosticate. Nelle persone asintomatiche, il tumore è stato osservato nel 95% di chi ha ricevuto solo in seguito la diagnosi, dimostrando in questo modo che è possibile individuare un cancro fino a 4 anni prima rispetto a quando viene scoperto oggi.
L’aspetto fondamentale del test risiede nella capacità di identificare tumori in fase di crescita ma che sono asintomatici e non rilevabili dalle metodiche di screening attuali.

scroll to top