Il ruolo del microbiota nello sviluppo del sistema immunitario

La dottoressa Laura Melzini, specialista in Scienze dell’Alimentazione, ci spiega l’importanza dello sviluppo del  sistema immunitario, soprattutto ai tempi del coronavirus. In queste ultime settimane il Covid-19, purtroppo, ci sta insegnando che i soggetti più a rischio, oltre a malati e anziani, sono gli immunodepressi. Facciamo un po’ di chiarezza in merito.

Cosa significa immunodepresso?
Persone che non hanno un sistema immunitario funzionale, cioè che non sono in grado di reagire all’avvento di agenti patogeni. La conseguente sintomatologia è relativa allo stato del sistema immunitario: questo può andare in deficit quando persistono altre patologie che lo vedono già coinvolto. Condizioni di stress, febbre e anche un semplice raffreddore possono portare ad un deficit delle nostre difese immunitarie. Ecco  perché è opportuno in questo periodo cercare di trovarsi nel miglior stato di salute possibile.
Come entra un virus nel nostro organismo?
La prima barriera è l’epidermide, poi la mucosa del tratto respiratorio e gastro intestinale. Per tenere in equilibrio questa mucosa è fondamentale mantenere nel giusto equilibrio i batteri che la colonizzano: il microbiota, cioè l’insieme dei microrganismi che popolano il nostro intestino, ha un enorme ruolo nell’educazione e nel controllo dell’efficacia del sistema immunitario, ragion per cui viene definito anche “organo invisibile immunocompetente”. Le ricerche sono concordi nell’affermare che un microbiota danneggiato non protegge dalle infezioni. Infatti, la salute del sistema immune inizia con la salute del microbiota; risulta quindi essenziale un consumo di alimenti eubiotici (fibre prebiotiche, enzimi, oli vegetali) riducendo il consumo di prodotti raffinati.
Dunque, mai come in questi giorni è importante “nutrire” il microbiota mantenendo un giusto apporto di macro e micro nutrienti, fibre e acqua.

Cosa fare per trovarsi nel miglior stato di salute possibile?
Per migliorare il nostro stato di salute partendo dal microbiota intestinale per prima cosa dobbiamo eliminare gli abusi di cibi che “infiammano” l’organismo, come l’eccesso di carboidrati e di zuccheri semplici in grado spesso di creare la cosiddetta “disbiosi” intestinale. Un corretta alimentazione deve essere caratterizzata da poco sale, con fonti proteiche selezionate (pesce, legumi), un buon apporto di acidi grassi insaturi e polinsaturi come quelli  della frutta secca, del pesce e dell’olio d’oliva, oltre che con abbondante uso di vegetali ricchi di oligoelementi e soprattutto fibre. In questo modo ottimizziamo composizione e funzione del nostro microbiota intestinale e di conseguenza la sua capacità di incrementare l’efficacia difensiva del sistema immunitario nei confronti di tutti gli agenti patogeni esterni.
Come possiamo assumere vitamine e sali minerali?
Tra i micronutrienti importanti che implementano il funzionamento del sistema immunitario ci sono la vitamina C e la D, e i sali minerali come zinco, magnesio e selenio che possono aiutare il sistema immunitario a farsi trovare più preparato, non però a farci evitare un’infezione virale tipo Coronavirus. Da un recente studio si è visto che la vitamina D viene attivata localmente nei tessuti polmonari, il che suggerisce che un elevato apporto di vitamina D può avere un effetto preventivo contro la polmonite interstiziale.
Il selenio è presente nei cereali, in particolare cereali integrali, infatti il riso integrale. Nelle fonti non vegetali si trova nelle ostriche e nei molluschi, nel pesce in genere, nella carne e nelle uova.
Lo zinco si trova, invece, nel pesce e nella carne, nei legumi, nella frutta secca e nei semi di zucca. Alte percentuali le troviamo anche nel lievito, nel latte, nelle noci e nel tuorlo d’uovo.
Il magnesio è un minerale presente in vari alimenti, soprattutto di origine vegetale come verdure a foglia verde, come bietole, carciofi e spinaci, frutta secca e legumi come lenticchie e fagioli.

Ciò che bisogna fare anche in questo momento così delicato, è cercare di mantenere uno stile di vita corretto e un’alimentazione sana: solo così si può pensare di rinforzare il sistema immunitario. La dieta mediterranea, quindi, è il modo più praticabile e anche il più piacevole per farlo.


Vuoi saperne di più?

scroll to top

AVVISO IMPORTANTE

Si comunica agli utenti che, a causa della grave situazione epidemiologica, le attività del portale ITV Salute sono sospese fino a data da destinarsi.