I “miracolosi” poteri della Vitamina C e le bufale ai tempi del coronavirus

Le fake news si sprecano e i messaggi vocali di whatsapp diventano virali, diffondendo informazioni sbagliate e, a volte, pericolose.
Dopo la bufala del limone caldo che può uccidere la proliferazione del coronavirus, ora la bufala della vitamina C che riesce a curare la malattia, sta rimbalzando come una catena di Sant’Antonio.
Vitamina C a tutti quanti: bambini, adulti e soprattutto anziani, nell’ordine di 1-2 grammi al giorno. La stanno utilizzando come terapia e le persone rispondono benissimo. Quindi: assunzione di vitamina C anche a scopo preventivo“. Sono le parole di una donna che, in un audio circolante su WhatsApp in questi giorni, attribuisce all’acido ascorbico il potere di curare la Covid-19.
Nel farlo cita tre ospedali lombardi: il San Gerardo di Monza, il Policlinico e il Sacco di Milano. E così nelle farmacie sono schizzate le vendite dei prodotti con vitamina C.
Il Sacco di Milano ha però già smentito la notizia: “Smentisco nella maniera più assoluta. Nessuna vitamina C, nessuna terapia con integratori. In questo momento non esiste una profilassi efficace per il coronavirus”, ha fatto chiarezza all’Adnkronos Andrea Gori, il direttore Malattie infettive del Policlinico di Milano.

scroll to top

AVVISO IMPORTANTE

Si comunica agli utenti che, a causa della grave situazione epidemiologica, le attività del portale ITV Salute sono sospese fino a data da destinarsi.